HOME > Benvenuti nel Sito Ufficiale del Movimento Fides Vita!
La musica popolare

Questa estate con alcuni amici, non professionisti ma appassionati di musica e di canto, abbiamo avuto l’occasione di addentrarci nella musica popolare alla scoperta delle meraviglie di questo patrimonio culturale. Il tutto è scaturito dalla provocazione proveniente dalle immagini che ci sono giunte dal Messico dopo il terribile terremoto del settembre 2017, quando squadre di operai e gente comune, al lavoro per recuperare i corpi intrappolati sotto le macerie, intonavano Cielito Lindo…

Presepe vivente

25 dicembre, S.Benedetto del Tronto
26 dicembre, Ascoli Piceno
29 dicembre, Ancona

pdf locandina S.Benedetto del Tronto e Ascoli Piceno
pdf locandina Ancona

…perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena

Se Cristo è la Presenza, è il rapporto e la certezza di ogni istante, nel tempo non può non emergere il frutto. Anche dentro mille fatiche, tradimenti, errori e limiti, non si può non cogliere il dono del frutto di un umano nuovo…

Pubblichiamo le FOTO e i VIDEO del nostro 28° Convegno che si è svolto dal 28 ottobre al 4 novembre.

Mostra

L’ISTANTE DEL SÌ
Le più belle immagini
dell’Annunciazione nell’arte

3 dicembre 2018 – 13 gennaio 2019
Chiesa S.Egidio, Cupra Marittima

orari di apertura:
tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00

pdf locandina

Ho trovato Chi prima mi ha amato

Qualunque cosa tu dica o faccia c’è un grido dentro:“Non è per questo! Non è per questo!”. E così tutto rimanda ad una segreta domanda… (Clemente Rebora)

Clemente Rebora nasce a Milano nel 1855 da una famiglia borghese, fortemente laicista, ma viene comunque battezzato per l’insistenza di un’anziana zia…

Testimonianze della vacanza estiva

Aver visto, vissuto di più l’esperienza di impareggiabilità di “attaccare” la vita a Cristo, è stata, per chi lo ha favorito, un’esperienza di entusiasmo, gratitudine e commozione, da cui scaturiscono anche queste testimonianze che desideriamo pubblicare.

Appello di Papa Francesco

Il Santo Padre ha deciso di invitare tutti i fedeli, di tutto il mondo, a pregare il Santo Rosario ogni giorno, durante l’intero mese mariano di ottobre; e a unirsi così in comunione e in penitenza, come popolo di Dio, nel chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi.

Sinodo sui Giovani

Pubblichiamo la Lettera contenente un contributo della nostra realtà ecclesiale al Sinodo sui Giovani che si terrà dal 3 al 28 ottobre sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.

Aveva lo sguardo di un santo

Dal 3 al 28 ottobre prossimi, si svolgerà a Roma il Sinodo dei Vescovi sul tema: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Tra le testimonianze dei giovani proposti in questa occasione come amici santi da guardare e seguire, c’è quella di Marcel Callo, un ragazzo francese morto martire nel campo di concentramento di Mauthausen con l’accusa di essere “troppo cattolico” e proclamato beato nel 1987 dal Santo Padre Giovanni Paolo II. Il compagno di prigionia che lo ha assistito nelle ultime ore di agonia si è convertito al Cristianesimo testimoniando di essere rimasto impressionato e attratto dal sorriso e dallo sguardo di Marcel.

Gaudete et Exsultate

Non un trattato sulla santità ma il desiderio di incarnarla nel contesto attuale. Questo l’obiettivo che Papa Francesco si propone con la nuova Esortazione Apostolica. La sfida è quella di proporre a tutti la chiamata alla santità come meta perché  viverla significa avere una vita felice e non annacquata…

Giovanni Paolo I, il sorriso di Dio

“Signore, prendimi come sono, con i miei difetti, con le mie mancanze, ma fammi diventare come tu mi desideri” .

Un uomo cordiale, umile, simpatico, dalla fede semplice e profonda: questo e molto altro era papa Giovanni Paolo I, il sorriso di Dio, che lo scorso novembre è stato proclamato “Venerabile”.

“Ero forestiero e mi avete ospitato”

Con la fine dell’anno solitamente siamo bombardati da sondaggi di tutti i tipi. Poniamo l’attenzione su un dato che è rimbalzato forse troppo velocemente nelle radio, nei tg e sui giornali: il 2017 si è chiuso registrando il numero più basso di migranti giunti via mare sulle coste dei Paesi del Mediterraneo da quando ha avuto inizio nel 2014 il massiccio flusso di ingressi verso l’Europa.