HOME > Rassegna Stampa > Pop star coreane in video musicale per celebrare la visita di Papa Francesco

Pop star coreane in video musicale per celebrare la visita di Papa Francesco

-AsiaNews - 10/07/14

Oltre 20 celebrità dello spettacolo e della musica sud-coreane hanno dato vita a un gruppo, per realizzare un videoclip in onore di Papa Francesco, in vista del prossimo viaggio apostolico del Pontefice argentino in programma dal 14 al 18 agosto. Dietro l’iniziativa, spiegano i promotori, vi è il desiderio di superare le differenze sul piano religioso. L’attore Ahn Sung-ki, fra gli organizzatori dell’evento, ha spiegato che “se stiamo uniti nella preghiera per gli altri [attraverso questa musica], potrebbe essere questo il più bel bouquet di fiori che potremmo consegnare al Papa al suo arrivo”.
Secondo quanto riferisce il Korea Herald, il video intitolato “Koinonia” è una celebrazione della visita del Papa in Corea del Sud e deriva il proprio nome dalle parole greche amicizia e condivisione nella comunione. “Ci sono così tante persone che vivono solo per se stesse” aggiunge l’autore e compositore Noh Young-sim, nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta il 7 luglio scorso nella cattedrale di Myeongdong, a Seoul, dove il Pontefice celebrerà la messa finale.
Fra le altre celebrità che hanno aderito l’attrice Kim Tae-hee, il collega Kim Woo-bin e il cantante Bada. “Il brano intende essere fonte di speranza, perché la visita del Papa possa portare gioia in tutta la Corea, al di là delle differenze di religione” spiega Sung-ki; egli non nasconde la propria “sorpresa” per il fatto che “molte star” abbiano deciso di partecipare e molte altre avrebbero voluto farlo, ma non hanno potuto per gli impegni.
A dirigere il video è Won Dong-youn, produttore esecutivo di Realies Pictures, il quale conferma che tutti i volti noti della musica e dello spettacolo hanno partecipato a titolo gratuito. “È stata una esperienza straordinaria” aggiunge, oltre che “molto semplice” grazie allo spirito di collaborazione profuso, perché “per tutti era un onore farne parte”.
La versione originale della canzone verrà riprodotta nei vari appuntamenti in calendario durante la visita di Papa Francesco, tra cui la cerimonia di beatificazione dei 124 martiri coreani.