HOME > Tutti i Parsifal

Tutti i Parsifal

Bisogna ripartire dal cuore del problema. Bisogna ripartire dal significato della persona

“La violenza non deve essere mai per nessuno la via per risolvere le difficoltà. Il problema è anzitutto umano! Invito, a guardare il volto dell’altro e a scoprire che egli ha un’anima, una storia e una vita e che Dio lo ama come ama me” (Benedetto XVI – Angelus 10 gennaio 2010).
Alcuni accadimenti a livello socio-politico di questi ultimi mesi nel nostro Paese hanno svelato un clima evidentemente già da tempo permeato di odio e rancore, che ha preso piede al punto tale da minare gravemente i principi democratici che sono alla base di ogni dialogo civile, anche tra parti contrapposte.

Un dovere di gratitudine…

Come è consuetudine, l’Agenzia Fides pubblica alla fine dell’anno l’elenco degli operatori pastorali che hanno perso la vita in modo violento nel corso degli ultimi 12 mesi. Secondo le informazioni in possesso dell’Agenzia nell’anno 2009 sono stati uccisi 37 operatori pastorali: 30 sacerdoti, 2 religiose, 2 seminaristi, 3 volontari laici. Sono quasi il doppio rispetto al precedente anno 2008, ed è il numero più alto registrato negli ultimi dieci anni.
Ricordare i tanti operatori pastorali uccisi nel mondo e pregare in loro suffragio “è un dovere di gratitudine per tutta la Chiesa e uno stimolo per ciascuno di noi a testimoniare in modo sempre più coraggioso la nostra fede e la nostra speranza in Colui che sulla Croce ha vinto per sempre il potere dell’odio e della violenza con l’onnipotenza del suo amore” (Benedetto XVI, Regina Coeli, 24 marzo 2008).

Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo (Galati 6,1-2)

“Ogni migrante è una persona umana che, in quanto tale, possiede diritti fondamentali inalienabili che vanno rispettati da tutti e in ogni situazione” (Caritas in veritate, n. 62).
Questo giudizio è nel cuore del magistero della Chiesa e del Santo Padre Benedetto XVI che non perde occasione per ribadirlo.
Tali parole oggi risuonano più forte dinanzi all’approvazione definitiva del così detto “pacchetto sicurezza” che, intervenendo sul fenomeno dell’immigrazione clandestina, ha suscitato non poche polemiche.

Non possiamo non dirci Cristiani

Da Strasburgo arriva una sentenza a dir poco aberrante ed irrispettosa del nostro Paese: la presenza dei crocifissi nelle aule scolastiche costituirebbe “una violazione del diritto dei genitori a educare i figli secondo le loro convinzioni” e una violazione alla “libertà di religione degli alunni”.
Ma nessuno può e deve dimenticare quella che è semplicemente una realtà:“non possiamo non dirci cristiani”.

Da come vi amerete Mi riconosceranno

Riponiamoci al cuore dell’insegnamento di Gesù ai Suoi primi Amici, attraverso questo brano della relazione tenuta da Nicolino al nostro XVI Convegno

L’Avvenimento in piazza 2009

Ogni anno, nel periodo estivo, sia ad Ancona che a San Benedetto del Tronto, realizziamo una manifestazione denominata l’Avvenimento in piazza, in cui proponiamo mostre, concerti, momenti di incontro e di testimonianza, di dialogo e di giudizio, che sostengono noi nel nostro cammino di sequela e amore a Gesù e che contemporaneamente offrono a tanti altri la possibilità di incontrarLo e conoscerLo.
La tematica scelta per l’edizione di quest’anno è la domanda “Che cercate?”, rivolta da Gesù ai discepoli che Lo seguivano (cfr Gv 1,38).

> RSS