HOME > Tutti i Parsifal > Una sorprendente esperienza umana e di amicizia

Una sorprendente esperienza umana e di amicizia

Ripercorriamo con il cuore colmo di gioia e di gratitudine questo tempo estivo segnato particolarmente dalle Vacanze e da due eventi di Avvenimento in piazza.
E lo facciamo attraverso le immagini, attraverso le foto che mostrano con singolare immediatezza l’esperienza vissuta.
“(…) una sorprendente esperienza umana e di amicizia in cui l’Avvenimento della presenza di Cristo si mostra in tutta la sua possibilità concreta, reale, ragionevole e affascinante. E che ci investe in tutta la sua capacità di richiamo, di provocazione, di correzione , e di sostegno.  (…). E’ l’esperienza di un sorprendente legame originato dalla Grazia dell’incontro con Cristo e ritrovato da e per questa affezione a Cristo. L’esperienza di una novità di rapporti segnati dalla presenza di Cristo e dalla tensione a lasciar investire, afferrare e attaccare la vita a Lui. Ed è per questo che è chiamata a manifestarsi in ciascuno di noi come quotidiana modalità pedagogica di richiamo a Cristo come avvenimento. Come esperienza di un reciproco e permanente sostegno ad una tensione e ad un lavoro che metta sempre in gioco il nostro umano dalla parte del suo assoluto bisogno, nel giudizio della nostra esperienza quotidiana e nella verifica di ciò che abbiamo di più caro” (Nicolino Pompei – Quello che abbiamo di più caro è Cristo stesso).
Ci sono sembrate queste le parole di Nicolino più adeguate a descrivere l’esperienza che ciascuno di noi ha potuto vivere aderendo semplicemente ad una vacanza in montagna e lasciandosi coinvolgere nell’intera proposta, dal cammino in montagna alla preghiera, dagli incontri di approfondimento con Nicolino ai giochi a squadre, da una semplice passeggiata ai canti e balli serali. O l’esperienza vissuta vivendo l’Avvenimento in piazza, un luogo favorito, pensato e proposto proprio in piazza, cioè sulla strada perché potesse essere una possibilità di incontro per tutti, in cui siamo stati coinvolti nella stessa esperienza umana e di amicizia passando dai momenti di preghiera a quelli di festa, dai momenti di riflessione e testimonianza, al mangiare e bere insieme…
Riprendiamo ancora dalle parole di Nicolino questo invito che facciamo nostro proprio come un monito e un aiuto a permanere dentro questa esperienza che è viva e attuale, che “è chiamata a manifestarsi in ciascuno di noi come quotidiana modalità pedagogica di richiamo a Cristo come avvenimento”, e perché il ripassare queste foto di questo tempo estivo giunto quasi alla fine non sia vissuto da nessuno come un momento nostalgico o come una esperienza del passato e possibile solo in certi contesti e momenti: “Dobbiamo uscire (…) non solo più disponibili, ma soprattutto più desiderosi di lasciarci continuare a provocare sul valore reale della presenza di Cristo nella nostra esperienza umana. Soprattutto guardando l’esperienza quotidiana della vita nel suo rapporto con la realtà. Sin dentro ai momenti più banali, quelli che sembrano non avere alcuna rilevanza. E’ anche lì che siamo chiamati a verificare chi è il vero fondamento esplicativo e significativo di essa. Chi è il nostro vero bisogno e il suo reale nutrimento. Chi è la sorgente e il parametro di giudizio di tutto quello che accade. Insomma che valore ha e dove sta quella Presenza che noi diciamo fondare e significare tutto noi stessi” (Nicolino Pompei – Quello che abbiamo di più caro è Cristo stesso).

Foto Avvenimento in piazza – Ancona (dal 20 al 22 luglio – volantino)
Foto Vacanza – Pescasseroli (dal 4 all’11 agosto)
Foto Avvenimento in piazza – S. Benedetto del Tronto (dal 13 al 15 agosto – volantino)
Foto Vacanza – Aremogna (dal 18 al 25 agosto)