HOME > Benvenuti nel Sito Ufficiale del Movimento Fides Vita!
Il beato giudice Rosario Angelo Livatino

Oggi, 9 maggio 2021, si è svolta ad Agrigento la celebrazione per la beatificazione di Rosario Livatino, il magistrato martire della giustizia, ucciso “in odio alla fede” dalla “stidda” il 21 settembre 1990, a meno di 38 anni.
Livatino rivendicava l’unità fondamentale della persona in ogni sfera della vita, tanto personale quanto sociale e politica: “Questa unità Livatino la visse in quanto cristiano, al punto da convincere i suoi avversari che l’unica possibilità che avevano per uccidere il giudice era quella di uccidere il cristiano. Per questo la Chiesa oggi lo onora come martire”.

Ha incontrato tutti, e si è chinato sulle ferite di ognuno

Dopo una lunga pausa dovuta alla pandemia che ancora segna la vita del nostro mondo, Papa Francesco ha intrapreso il suo trentatreesimo Viaggio Apostolico fuori dall’Italia. Lo scorso 5 marzo è partito per Baghdad, capitale della Repubblica d’Iraq, per ritornare a Roma dopo alcuni giorni…

Il cielo intero si è mosso per te!

1321-2021: 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, 700 anni di cammino umano per continuare ad affrontare le selve oscure di ieri e di oggi, 700 anni di amicizia con chi, umilmente, ci racconta un’esperienza di Grazia.
Come già iniziato lo scorso anno, su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, “il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, si celebrerà il Dantedì. Una giornata per ricordare in tutta Italia e nel mondo il genio di Dante (…)”. Anche Papa Francesco, proprio oggi, ha pubblicato la Lettera apostolica Candor Lucis Aeternae, Splendore della luce eterna, per onorare la memoria del Sommo Poeta nel Settimo centenario della morte.

L’anno dedicato alla Famiglia Amoris Laetitia

Il 19 marzo 2016 veniva pubblicata l’Esortazione Apostolica “Amoris laetitia” a firma del Santo Padre Francesco, un prezioso documento che raccoglie i risultati di due Sinodi sulla famiglia indetti da Papa Francesco nel 2014 e nel 2015.
A cinque anni dalla sua pubblicazione, il 19 marzo 2021, solennità di San Giuseppe, papa Francesco ha inaugurato l’anno dedicato alla Famiglia Amoris Laetitia: “Siamo chiamati a riscoprire il valore educativo del nucleo familiare: esso richiede di essere fondato sull’amore che sempre rigenera i rapporti aprendo orizzonti di speranza. (…) La famiglia evangelizza con l’esempio di vita”.

Via Crucis in diretta streaming

Dio si è scomodato per me, Dio si è sacrificato per me: ecco il cristianesimo. (…) Non perde tempo a lamentarsi del tradimento della sua creatura e “taglia corto”; senza accusare nessuno rivela e compie la salvezza di ogni uomo, sino a patire e a morire per ogni uomo, cioè per me e per te.

VIA CRUCIS IN DIRETTA STREAMING
12 marzo ore 21:00

…la tua presenza nella gioia del Padre non sarà una distanza

“L’ho conosciuto solo fugacemente quando è venuto a trovarmi prima del mio viaggio in Congo – ha ricordato l’Arcivescovo di Milano Marco Delpini in seguito alla morte dell’Ambasciatore Luca Attanasio -, ma soprattutto ho avuto la testimonianza dei nostri missionari, della gente che ho visto in Congo che sentivano in lui un alleato per tutte le opere di solidarietà e di promozione umana che caratterizzano in generale la presenza delle nostre comunità cristiane”.

Al cuor non si comanda

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati” (Articolo 1 della legge 20 luglio 2000 n. 211).

2020: un anno di Grazia!

Questo che volge al termine viene definito un anno da dimenticare e innegabilmente è stato, più di altri, un anno di sofferenza e paura. Potendo, nessuno di noi avrebbe scelto ciò che è accaduto, ma non per questo è un anno da cancellare. Anche volendo, non potremmo comunque eliminarlo dalla storia e dalla nostra memoria personale. C’è, è accaduto, lo abbiamo vissuto e non possiamo accartocciarlo e buttarlo via come un disegno mal venuto. C’è un fatto di questo anno che particolarmente mi fa riflettere in tal senso…

Uomo e politico perché figlio della Chiesa

Il 6 gennaio 1980 ovvero esattamente 41 anni fa, il presidente della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella, fratello maggiore dell’attuale presidente della Repubblica Sergio, viene ucciso in un agguato sotto casa a Palermo. Piersanti aveva innovato profondamente la politica siciliana, con provvedimenti coraggiosi, in particolare in materia economica, contro la mafia e il malaffare che dominava in quell’epoca.

Salvo Rosario Antonio D’Acquisto

Nato nel lontano 1920, a ventitré anni non ancora compiuti, il 23 settembre 1943, dona la propria vita per salvare quella di ventidue inermi. Di lui è in corso la causa di beatificazione.
Chi è Salvo d’Acquisto e cosa, o meglio Chi, lo porta a compiere un gesto del genere?
Cosa si cela dietro a un’umanità – e una santità – di una simile portata?

Lui non ci abbandonerà mai

La traduzione rinnovata del Padre Nostro
“L’espressione originale greca contenuta nei Vangeli è difficile da rendere in maniera esatta (…). Su un elemento però possiamo convergere in maniera unanime: comunque si comprenda il testo, dobbiamo escludere che sia Dio il protagonista delle tentazioni che incombono sul cammino dell’uomo. Come se Dio stesse in agguato per tendere insidie e tranelli ai suoi figli”.

A scuola in tempo di Covid

Come insegnanti siamo chiamati a mostrare cosa sia vivere di fede, continuando a lavorare, in modo serio e responsabile, perché la scuola sia un luogo di speranza, di testimonianza e sostegno vicendevole, sia una presenza viva, sempre, comunque, in presenza o nuovamente “a distanza”…