HOME > Benvenuti nel Sito Ufficiale del Movimento Fides Vita!
Ecumenismo e Lutero

“L’unità non si fa perché ci mettiamo d’accordo tra noi, ma perché camminiamo seguendo Gesù. E camminando, per opera di Colui che seguiamo, possiamo scoprirci uniti. È il camminare dietro Gesù che unisce. Convertirsi significa lasciare che il Signore viva e operi in noi. Così scopriamo di trovarci uniti anche nella nostra comune missione di annunciare il Vangelo…”

Una virtù amica

È stato ancora una volta sorprendente considerare come alcuni amici, vissuti tanti o pochi secoli prima di noi, abbiano saputo descrivere il mirabile dinamismo che è l’incontro fra i nostri peccati e la mossa continua ed inarrestabile di Dio. Nell’ottavo canto del Paradiso, Dante con questi versi mirabili afferma: “Per non soffrire alla virtú che vole/freno a suo prode, quell’uom che non nacque/dannando sé, dannò tutta sua prole…”

Siamo fatti per l’Infinito

Un bagno ad Asnières di Georges Seurat

Rintracciare ciò che è al fondo del cuore dell’uomo significa scoprire l’attesa di una presenza che possa rispondere alla solitudine e compia lo sconfinato desiderio di essere felici. In maniera sorprendente un dipinto di Seurat e un testo di Pavese fanno emergere ciò che il mondo tende a censurare o colmare: un’attesa di cui, invece, solo l’inaudita incarnazione di Cristo ne è la risposta.

“Misericordia et misera”

La Lettera Apostolica con cui Papa Francesco chiude il Giubileo della Misericordia.

“La misericordia, infatti, non può essere una parentesi nella vita della Chiesa, ma costituisce la sua stessa esistenza, che rende manifesta e tangibile la verità profonda del Vangelo. Tutto si rivela nella misericordia; tutto si risolve nell’amore misericordioso del Padre”.

Quel ragazzo (o ragazza) di diciassette anni… e la sua mamma!

Per la prima volta in Belgio è stata richiesta l’applicazione dell’eutanasia su un minore… Pare sia stata rivelata in qualche modo l’età del minore, diciassette anni, ma nessuna precisazione sul fatto che fosse un ragazzo o una ragazza…

Un riconoscimento legislativo può bastare alla vera esigenza del cuore?

UNIONI CIVILI
un’ulteriore e urgente provocazione
per tutti noi

Obiezione e libertà di coscienza… diritto inalienabile di ogni uomo!

“Sono due le persecuzioni contro i cristiani.(…) La prima forma di persecuzione «si deve al confessare il nome di Cristo» ed è dunque «una persecuzione esplicita, chiara». Ma l’altra persecuzione «si presenta travestita come cultura, travestita di cultura, travestita di modernità, travestita di progresso. Si riconosce «quando viene perseguitato l’uomo non per confessare il nome di Cristo, ma per voler avere e manifestare i valori di figlio di Dio». È perciò «una persecuzione contro Dio Creatore nella persona dei suoi figli». (…) È «la persecuzione che toglie all’uomo la libertà, anche della obiezione di coscienza! Dio ci ha fatti liberi, ma questa persecuzione ti toglie la libertà!”…

Fecondazione assistita: cade il divieto assoluto di selezionare gli embrioni

Mai una legge è stata così bersagliata dalla politica e dalla giustizia. Con la sentenza 11/11/2015 n. 229 la Corte Costituzionale ha assestato un nuovo grave colpo alla legge 40/2004 sulla fecondazione assistita, tanto da metterne in crisi le fondamenta stesse…