HOME > Tutti i Parsifal > Al nostro carissimo padre Frederick

Al nostro carissimo padre Frederick

Quest’anno, in occasione del tempo di Avvento e di Natale, abbiamo vissuto nelle nostre famiglie un gesto di educazione alla carità e al sacrificio, il cui frutto potesse essere destinato al nostro carissimo amico Padre Frederick Tusingire e alla sua comunità in Uganda.
Perché non scadesse in un gesto sentimentale e moralistico, con il quale acquietare la coscienza dando un po’ del superfluo, abbiamo voluto che questo gesto ci accompagnasse fino al termine del Natale, tenendo nel cuore delle nostre case un salvadanaio stampato per l’occasione con le foto di Padre Frederick e della sua comunità. Coinvolgendo ogni persona della nostra famiglia, compresi i nostri figli, ci siamo accompagnati giorno per giorno a vivere piccole e grandi rinunce, nella tensione a riconoscere l’altro – chiunque esso sia, dal più prossimo al più estraneo – come un dono, perché dato e dato a me.
Questo gesto di carità è stato animato dal richiamo che Gesù ci dona quando nel Vangelo dice: “Ogni volta che avrete fatto una di queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, l’avrete fatto a me”. Le offerte che abbiamo raccolto ci hanno consentito di mettere insieme 5.240 € che sono stati donati al nostro padre Frederick e alla sua parrocchia, la cattedrale Virika, nella Diocesi di Fort Portal, una parrocchia composta da 150.000 abitanti di cui 75.000 cristiani. Le offerte saranno impiegate per il completamento dell’Istituto St. Theresa vocational e secondary school di Mayhoro.
Questo piccolo gesto, vissuto come aiuto e richiamo alla nostra vita, vuole essere anche un piccolo segno che esprime l’amicizia e la gratitudine per il dono che Padre Frederick è per la nostra vita e per il nostro cammino di Fides Vita. Ringraziando tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta, pubblichiamo, dall’ultimo numero di nel frammento, l’articolo sulla testimonianza che Padre Frederick ha portato al nostro ultimo Convegno lo scorso 29 ottobre, (clicca qui per vedere il video della sua testimonianza) e la lettera che successivamente ci ha scritto per condividerci cosa è stata per lui l’esperienza del Convegno.